Umorismo: cos’è e quali sono i benefici

Lasciate ogni sorriso voi che entrate

 

Verosimilmente la stanza di terapia è immaginata all’incirca come l’ingresso di una “porta dell’inferno” alla cui soglia è affisso un cartellone  con queste parole.

Martin Seligman, il padre della psicologia positiva, inserisce l’umorismo all’interno del Inventory of Strenghts, l’elenco dei fattori che contribuiscono al benessere e alla capacità di essere soddisfatti della propria vita. L’umorismo a cui l’autore fa riferimento è quello che utilizziamo per promuovere la nostra accettazione sociale o per affrontare le situazioni stressanti, contrapponendolo ad uno malevolo ossia un umorismo il cui obiettivo è quello di deridere gli altri o far sentire cattivo chi lo riceve, compreso se stessi. 

Ma facciamo un passo indietro.
Spesso possiamo utilizzare dei termini in modo equivalente ma in realtà si rende necessario una specifica rispetto le varie accezioni con cui a volte utilizziamo il termine umorismo.

  • Umorismo: è l'atteggiamento di chi affronta con divertimento le incongruità della vita
  • Ironia: è una critica spesso negativa e denota un senso di superiorità in chi la utilizza
  • Satira: critica a sfondo morale volta a cambiare il mondo
  • Sarcasmo: accentuazione dell'ironia che diventa derisoria
  • Cinismo: atteggiamento derisorio, svalutante e distruttivo

Adesso sappiamo a cosa ci riferiamo quando utilizziamo il termine umorismo. (…mamma mia quanto so’ puntigliosi sti psicologi, oh!)
Detto questo, l’utilizzo dell’umorismo in psicoterapia è un’attività complessa in quanto coinvolge la comprensione dell’intento umoristico del mio interlocutore, dalla propria riposta emotiva e ovviamente dalla risata.
Un suo utilizzo poco consapevole può portare per lo meno a due grandi rischi.

Umorismo: alcuni rischi

  • Sorridere della persona e non con la persona
  • Il timing errato, ossia il termine tecnico con cui si riassume la capacità di dire la cosa giusta, al momento giusto, alla persona giusta.
    Appare complicato, vero? Ed infatti lo è.
    Riusciamo ad immaginare come si possa sentire una persona che riceve una "battuta di cattivo gusto" mentre cerca di affrontare la sua difficoltà? Probabilmente si sentirà poco compreso. La sofferenza non è mai banale.

Umorismo: i benefici

AIUTA ad affrontare le situazioni in modo nuovo

All’interno della stanza di psicoterapia l’umorismo non è esclusivamente la piacevolezza dell’istante in cui sorridiamo bensì offre molto di più.
Ci fornisce la possibilità di affrontare le situazioni in un modo nuovo, aprendo uno spazio di messa in discussione e di messa in atto di strategie che fino a qualche istante prima erano poco accessibili.
Offre un cambiamento di prospettiva

Facciamo un esempio pratico.
Vi è mai capitato di provare un’invidia elevata nei confronti di qualcuno o di una situazione?
Ad esempio, all’interno del mio studio vanno per la maggiore le rivisistazioni delle canzoni di Raffaella Carrà per l’invidia e le convinzioni su di sé che ne sono alla base.
L’obiettivo è quello di aiutare le persone a diverstirsi mentre mettono in discussione le proprie credenze e si espongono alla situazione.

Per quanto mi sarebbe piaciuto aver avuto per prima questa intuizione, la fonte di ispirazione è Albert Ellis, padre della RET (Rational Emotive Behaviour Therapy) e della psicoterapia cognitivo comportamentale.
Insomma, non proprio l’ultimo arrivato.

FAVORISCE IL CONSOLIDARSI DELLA RELAZIONE TERAPEUTICA

Gli interventi psicoterapeutici, cioè quello che il terapeuta dice, possono avere anche una sfumatura umoristica a patto che veicolino empatia e vicinanza alla persona e siano pertinenti all’obiettivo specifico che si sta affrontando in terapia.

Ben venga quindi l’utilizzo dell’umorismo nella terapia e nelle nostre vite quando questo favorisce la creazione di un rapporto positivo con se stessi, con l’Altro e favorisce l’ampliamento delle prospettive e di significati. In poche parole: aumenta la qualità della nostra vita.

Perché “ridere è una cosa seria“.

bibliografia

Dionigi A, Gremigni P., Psicologia dell’umorismo, Carocci Editore

Sultanoff S., Integrating humor into psychotherapy., 2003

Ellis A. Ragione e emozione in psicoterapia, Astrolabio Edizioni

Autori
Carla Ciarambino

Carla Ciarambino

Psicologa e Psicoterapeuta, fondatrice dello studio La Mente Accogliente. Osservatrice attenta. Crede che la felicità sia a portata di tutti: alcuni hanno solo bisogno di essere guidati.